Peugeot 207

La 207 è un’autovettura di segmento B prodotta a partire dal 2006 dalla casa francese Peugeot.

207.jpg

Tra il 2005 ed il 2006 si è avuta una crescita delle dimensioni di alcune tra le principali utilitarie presenti sul mercato europeo. L’ingresso della Grande Punto e della nuova generazione di Renault Clio è coincisa con la lievitazione degli ingombri di queste ultime, che ha raggiunto e superato (anche se di poco) i 4 metri di lunghezza, il tutto in nome dell’abitabilità interna.

2a.jpg

Per contrastare il successo di Grande Punto e Clio, la Peugeot lascia spazio alla nuova 207 che va inizialmente ad affiancare e successivamente a sostituire la 206. Al momento del lancio era presente solamente la versione berlina, a tre e cinque porte. La presentazione ufficiale è avvenuta il 12 gennaio 2006, mentre le vendite sono iniziate in molti paesi il 6 aprile dello stesso anno.

207Rallye.jpg

Sul fronte sicurezza, la 207 si pone ai più alti livelli del segmento, tanto da meritarsi le 5 stelle durante i test EuroNCAP. La vettura protegge e assorbe ottimamente gli urti sia frontali che laterali, senza contare una soddisfacente protezione per bambini e pedoni. La lista degli optional è ricca e comprende sia dispositivi per la sicurezza, come l’ESP e i fari orientabili, sia dispositivi per il confort, come il climatizzatore e il sistema Hi-fi. Sono inoltre disponibili “chicche” come il tetto panoramico in cristallo e il sistema Bluetooth.

peugeot207cc-8653-050-f.jpg

La linea riprende quella delle altre Peugeot con la presa d’aria a forma di grande bocca. Ricorda inoltre da vicino quella della 206, ma in scala leggermente ingrandita. L’unica grande differenza sta nel frontale, dominato dai grossi fari allungati all’indietro e dalla presa d’aria introdotta 8 anni prima proprio sulla 206, ma che sulla 207 assume proporzioni più vistose.

Peugeot207diesel_front_2007.jpg 

In ogni caso, il frontale assume due disegni leggermente differenti a seconda dell’impostazione del modello di 207: più grintoso e dotato di fendinebbia circolari nelle versioni sportiveggianti e più semplice nelle versioni più tranquille.

peugeot-207-gti-01_640.jpg 

Anche la coda ricorda da vicino quella della 206, anche se in realtà è ovviamente ridisegnata, ma i fari posteriori si avvicinano forse un po’ di più a quelli della Peugeot 307, con il loro profilo arrotondato, ma tendente ugualmente ad una forma quadrangolare.

peugeot-207cc.jpg

Nel 2007 viene introdotta la 207 CC, ossia la versione “coupé-cabriolet” con tetto metallico ripiegabile, destinata a raccogliere l’eredità della fortunata 206 CC, che comunque resterà in listino ancora per qualche tempo. La linea slanciata, grazie al parabrezza maggiormente inclinato all’indietro (come è stato anche per la 206 CC) allo scopo di ridurre al minimo la dimensione longitudinale per tetto ripiegabile e per sottolineare il carattere sportivo della vettura. La coda è tronca, ma non appesantisce l’insieme, enfatizzandone la dinamicità.

peugeot-207-cc-roland-garros_1.jpg

La gamma della berlina si è arricchita con l’ingresso della top di gamma, la 207 GTi (RC in altri mercati) erede della 206 RC. Dotata del propulsore più potente della gamma da 174 cavalli, è caratterizzata dagli spoiler anteriori e posteriori più pronunciati, doppio tubo di scarico e alettoncino sul lunotto, il tutto per conferirle un aspetto più aggressivo e dinamico.

peugeot-207-turbo-01_640.jpg

A partire dal mese di ottobre del 2007 viene lanciata la 207 SW, che va a riprendere l’eredità della 206 SW, anche se con dimensioni sensibilmente aumentate (la lunghezza è di 4.16 m). Caratteristica di questa station wagon è la modularità dello spazio interno, in quanto il divanetto posteriore è facilmente eliminabile, facendolo scomparire nel pianale.

peugeot-207-turbo-07_640.jpg 

La coda è ovviamente la parte più caratterizzante di questo modello, ridisegnata in funzione di una maggior capacità di carico. Il montante posteriore è inclinato al contrario e dona un design particolare alla coda, che viene chiusa da un lunotto avvolgente. I fari posteriori ricordano quelli della berlina, ma sono molto più avvolgenti e vanno a comprendere una notevole porzione dei parafanghi posteriori.

peugeot-207-sw-01_640.jpg

Energie

Agli inizi del 2008 esce il modello Peugeot 207″ Energie” con di serie: Navigatore Geosat 6, ESP, RadioCD con comandi anche sul volante MP3 Bluetooth, fari antinebbia e climatizzatore manuale. Il motore è il 1.6 Prince di nuova concezione in quanto nasce dalla collaborazione della BMW, Citroen, e Peugeot, lo stesso che monta la Mini.

Peugeot 207.jpg

Roland Garros

Roland Garros è il nome degli Internazionali di tennis di Parigi (Open di Francia), di cui Peugeot è sponsor dal 1984. Ma è anche la denominazione di numerose serie speciali dei modelli della Casa del Leone. L’ultimo a essere abbinato al famoso torneo è la 207 coupé-cabriolet. Limitato il numero degli esemplari (circa 500), disponibili nei due colori nero e grigio e nelle motorizzazioni 1.6 benzina VTi da 120 CV e 1.6 HDi da 110 CV con Fap. Le 207 CC Roland Garros si distinguono per i cerchi di lega da 17″ e per il logo sul cofano posteriore.

peugeot_207.jpg

Motori

La 207 segna una piccola rivoluzione nella Peugeot. È infatti la prima vettura della casa (dopo il prototipo RCup del 2005) ad adottare i motori della famiglia Prince, progettati e realizzati in collaborazione con la BMW e montati anche sulla Mini. Inoltre a differenza della 206, sulla 207 qui non si possono avere il TU1 a benzina da 1.1 e 68cv, oramai anziano e di progettazione antiquata, e il potente 2 litri da 180 CV della RC.

peugeot_207_28523.jpg

Berlina

La 207 berlina è attualmente dotata dei seguenti motori:

1.4 da 1.360 cc 8V a benzina da 75 CV di derivazione 206 denominato TU3 (presente però solo in alcuni mercati). Dal dicembre 2008 è disponibile anche la versione con la doppia alimentazione benzina-GPL
1.4 16V da 1.360 cc a benzina da 88 CV di derivazione 206
1.4 VTi da 1.397 cc 16V a benzina da 95 CV (della famiglia Prince)
1.6 da 1.587 cc 16V a benzina da 109 CV sempre di derivazione 206

peugeot_207_cc4.jpg

1.6 VTi da 1.598 cc 16V a benzina da 120 CV (della famiglia Prince), che dalla fine del 2007 va a rimpiazzare l’unità da 109 CV
1.6 THP (Turbo High Pressure, turbo ad alta pressione) da 1.598 cc 16V a benzina sovralimentato con un turbocompressore da 150 CV (sempre della famiglia Prince)
1.6 da 1.598 cc a benzina sempre sovralimentato con un turbocompressore da 174 CV sulla versione GTi o RC (sempre della famiglia Prince)
1.4 HDi (High Diesel Iniection) da 1.398 cc turbodiesel common rail da 68 CV
1.6 HDi da 1.560 cc turbodiesel common rail da 90 CV

610x.jpg

1.6 Hdi da 1.560 cc turbodiesel common rail da 109 CV con FAP
Tra le versioni sportive, da subito era disponbile la 207 1.6 THP Féline, dotata di 1.6 sovralimentato da turbocompressore in grado di erogare 150 CV di potenza massima. La gamma si è arricchita e verso l’alto nel 2007, con l’arrivo della GTi, dotata di una versione più spinta del motore della Féline, che arriva a 174 CV di potenza massima.

Peugeot_207-GTi_204_1024x768.jpg 

Le 207 SW, invece, esordiscono sul mercato con motorizzazioni più tranquille, che riflettono quasi del tutto quelle della berlina, e se ne differenziano per l’assenza delle unità da 1.6 litri da 150 e 175 CV.

CC

La coupé-cabriolet è dotata solo dei propulsori più “nobili” della berlina, cioè:

1.6 da 1.598 cc 16V a benzina da 120 CV (della famiglia Prince)
1.6 THP (Turbo High Pressure, turbo ad alta pressione) da 1.598 cc 16V a benzina sovralimentato con un turbocompressore da 150 CV (sempre della famiglia Prince)
1.6 Hdi da 1.560 cc turbodiesel common rail da 109 CV con FAP.

peugeot_207_sw_rc1.jpg

Station Wagon 

La versione SW è equipaggiata dai motori più tranquilli: non vi sono infatti i 1.6 da 150 e 175 CV:

1.4 da 1.360 cc 8V a benzina da 75 CV di derivazione 206 denominato TU3 (presente però solo in alcuni mercati)
1.4 VTi da 1.397 cc 16V a benzina da 95 CV
1.6 VTi da 1.598 cc 16V a benzina da 120 CV (della famiglia Prince)
1.6 HDi da 1.560 cc turbodiesel common rail da 90 CV
1.6 Hdi da 1.560 cc turbodiesel common rail da 109 CV con FAP.

peugeot_207_by_elle_1.jpg

interiors.jpg

peugeot_207_sw_rc7.jpg

 

peugeot-207-3-door.jpg

2447083002_d7b9170979.jpg

Peugeot 207ultima modifica: 2009-02-12T11:05:00+01:00da morris_garage
Reposta per primo quest’articolo

2 pensieri su “Peugeot 207

  1. Ho acquistato da pochi mesi una 207 1.4 16v VTI e devo dire che questo motore ha ben poco di entusiasmante sia in termini di consumi sia in prestazioni, nasconde molto bene i suoi 95 CV che anche se non sono tantissimi non sono neanche così pochi per un 1.4, inoltre è vuoto ai bassi regimi rendendo la guida cittadina sgradevole soprattutto col clima acceso, trovo poi l’impianto frenante non all’altezza della massa della vettura e una sensibile irregolarità nelle frenate energiche a velocità autostradali.

  2. Ho acquistato da pochi mesi una 207 1.4 16v VTI e devo dire che questo motore ha ben poco di entusiasmante sia in termini di consumi sia in prestazioni, nasconde molto bene i suoi 95 CV che anche se non sono tantissimi non sono neanche così pochi per un 1.4, inoltre è vuoto ai bassi regimi il che rende sgradevole la guida cittadina soprattutto col clima acceso, trovo poi l’impianto frenante inadeguato alla massa della vettura e una sensibile e poco rassicurante irregolarità nelle frenate energiche a velocità autostradali, infine trovo lo sterzo troppo sensibile alle sconnessioni del fondo stradale.

Lascia un commento