Lamborghini Aventador

lamborghini_aventador_01.jpg

 

Un unico guscio di carbonio, costruito dalla Lamborghini con un sistema brevettato: ecco il segreto della Aventador, l’erede della Murciélago. Un triplo salto mortale tecnico importante: “Ciò significa – spiegano alla Lamborghini – che la scocca della vettura si presenta come un guscio unico, che agisce fisicamente come un singolo componente, traendo il massimo vantaggio dall’estrema rigidezza dei materiali rinforzati in fibra di carbonio (CFRP).

lamborghini_aventador_02.jpg

In Formula 1, infatti, già da molti anni vengono costruite auto da corsa con monoscocca in CFRP, la cui sicurezza in caso di incidente è stata testata ripetutamente. Altrettanto sicure sono di conseguenza le vetture supersportive da strada caratterizzate dalla stessa tecnologia, in cui la monoscocca in fibra di carbonio agisce come una gabbia estremamente sicura”.

lamborghini_aventador_03.jpg

Aspetti tecnici a parte, va detto che l’intera monoscocca, nonostante la rigidezza, è una piuma: pesa soltanto 147,5 kg. Così è stato possibile poi realizzare la parte anteriore e quella posteriore della macchina con telaietti in alluminio sui quali sono montati motore, trasmissione e sospensioni.

lamborghini_aventador_04.jpg

L’intero telaio del nuovo modello pesa solo 229,5 kg ed offre una rigidità torsionale fenomenale: 35.000 NM per ogni grado di torsione. Il che abbinato al possente 12 cilindri a V da 700 cavalli dovrebbe regalare prestazioni record, per ora avvolte nel più totale segreto. Per saperne di più occorrerà aspettare ancora qualche settimana quando la Lamborghini svelerà al salone di Ginevra la sua spettacolare Aventador.

lamborghini_aventador_05.jpg

 

 
Fonte: www.larepubblica.it

 

lamborghini_aventador_06.jpg
 
lamborghini_aventador_07.jpg
 
lamborghini_aventador_08.jpg

Lamborghini Aventadorultima modifica: 2011-02-14T09:00:00+01:00da morris_garage
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento